.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Rassegna di cinema sulla strada e di frontiera

Detour on the road 1.0

Fino al 28 novembre al cinema Detour di Roma


di red.


Roma. Nell'anno della cultura cinese in Italia, Detour on the road 1.0, rassegna internazionale di cinema sulla strada e di frontiera, immagini erranti, spaesamenti e derive psico-geografiche, ospita una sezione dedicata al cinema indipendente cinese, curata in collaborazione con il CIFA di Pechino.
Il CIFA (Chinese Independent Film Archive) istituzione non-profit fondata nel 2008, si dedica a sviluppare programmi internazionali di scambio di film allo scopo di arricchire la cultura cinematografica locale e collabora con festival di cinema, spazi espositivi, cineclub e istituzioni in giro per il mondo.
In programma tre film on-the-road in anteprima italiana, tra documentario e cinema narrativo, realizzati da film-maker indipendenti cinesi nel corso degli ultimi dieci anni. Un’occasione per avvicinarsi ad alcuni tra gli esiti più interessanti della cinematografica underground. Tre film che senza retorica, con leggerezza e intelligenza, aprono squarci inediti su un paese in rapida trasformazione e offrono spunti di riflessione originali sull’identità cinese contemporanea.
Le proiezioni avranno luogo al Cinema Detour, in Via Urbana 107, a Roma, a pochi passi dal rione Esquilino, dove è insediata una parte consistente della comunità cinese romana e non lontano dalla Facoltà di Lingue Orientali dell'Università La Sapienza.
I film saranno proiettati in versione originale cinese con sottotitoli in italiano.
La tessera associativa ha un costo di 5€. L’ingresso alle proiezioni è gratuito.



PROGRAMMA:

>Lunedì 22 Novembre
21.30 ALONG THE RAILWAY di Du Haibin (Cina 2001, v.o. sott. italiano)
Primavera 2000. Cina, regione di Baoji. Un gruppo di vagabondi si riunisce lungo la ferrovia, tra cumuli di spazzatura, per celebrare l'anno nuovo. Sono quasi coetanei e vengono da ogni parte del paese. Durante il giorno vagano senza meta per la città; di notte dormono lungo i binari. Raccolgono bottiglie e rifiuti, cercando di venderli per procurarsi cibo. Tra di loro c'è Zhou Fu, che ha perduto soldi e documenti mentre tornava a casa dal lavoro. Altri due, Li Xiaolong e Huo Hongchang, sono scappati dalla prigione. Il piccolo Xiao Yunnan, è stato scaricato dal suo capo dopo che aveva lavorato per lui per tre anni. Feng Xiang è scappata di casa per una discussione in famiglia. Sei mesi dopo, della maggior parte di loro si sono perse le tracce. Uno spaccato di società cinese rimasto letteralmente ai margini dell'inarrestabile treno della modernizzazione.

Mercoledì 24 Novembre
20.45 THE SEARCH di Pema Tseden (Cina 2009, v.o. cinese/tibetana sott. italiano)
Un regista, in compagnia di un amico e di un uomo d'affari che gli fa da guida, partono alla ricerca di un attore e un'attrice che possano interpretare il Principe Drimé Kunden e la principessa Mande Zangmo. In un villaggio famoso per le sue rappresentazioni di opera tibetana, il regista trova una ragazza, candidata ideale per la parte della principessa. La sua voce melodiosa emoziona tutti. La ragazza però accetta di recitare solo alla condizione che il regista e il suo amico le ritrovino l'ex-fidanzato, che in passato aveva interpretato la parte del principe con lei. L'iniziale ricerca di un cast di qualità si trasforma così in una complessa ricerca sia esterna che interiore, dai molteplici significati esistenziali e spirituali. Il regista Pema Tseden è figlio di pastori nomadi tibetani. E' anche il primo regista in Cina a realizzare i suoi film in lingua tibetana.

>Sabato 27 novembre
20.30 LIFE ON THE ROAD di Wu Wenguang (Cina 1999, v.o. sott. italiano)
La traduzione letterale di JIANG HU è "fiume e lago". Ma in cinese significa anche "il mondo fuori-casa", oppure "sulla strada". Il film segue il tour di una piccola compagnia teatrale di paese, composta dall'impresario Old Liu, i suoi due figli, le loro fidanzate e alcuni giovani contadini. Partono alla volta delle grandi città nella speranza di cambiare le proprie condizioni materiali di esistenza e di fare fortuna. Ma in città ricevono soltanto rifiuti e sono costretti a rimanere confinati oltre il ciglio della modernità, del benessere e della felicità.




Cinema Detour Via Urbana 107, Roma (metro B Cavour / rione Monti)
sito: www.cinedetour.it - email: cinedetour@tiscali.it
tel. 064747874 (h21-23)
Ingresso con tessera annuale: 5€



(Mercoledì 24 Novembre 2010)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro