.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Battaglia di “fantascienza” Navale

Battleship

Il regista Peter Berg a Roma a presentare spezzoni del kolossal dell’estate


di Roberto Leggio


Roma – Durante un’esercitazione navale una strana costruzione affiora dall’acqua dell’Oceano. I tre marinai dell’ammiraglia John Paul Jones, ancora non lo sanno, ma si tratta della nave madre di una razza aliena venuta a conquistare la Terra. Battleship è indubbiamente il blockbuster dell’estate americana (da noi uscirà il 13 Aprile), sostenuto dalla Universal Pictures (che lo distribuirà in tutto il mondo) che lo ha tratto dalla versione aggiornata dalla Hasbro del famoso gioco da tavolo (non quello da banco di scuola con carta e penna) “Battaglia Navale”. Per capire la forza visiva del film, il regista Peter BergVolevo realizzare un vero pop corn movie” ha esordito il regista newyorkese sul palco improvvisato del cinema Barberini. “Un film che piacesse davvero a tutti, dal respiro internazionale, che faccia divertire allo stesso modo una nonna cinese e un bambino africano!” E da quel poco che si è visto le sue aspettative saranno sicuramente ricambiate. Battleship, forte di eccezionali effetti speciali, mostra una variante dell’invasione da un altro mondo, questa volta combattuta sull’acqua all’interno di una immensa cupola di forza, nella quale la flotta della Marina degli Stati Uniti si contrappone ai Regents, alieni pseudo-umani, intenzionati a sfruttare una fonte energetica presente nelle profondità dell’oceano. “L’idea è nata secondo la teoria di Steven Hawking, il quale asserisce che nelle profondità spaziali esistano sistemi solari cosiddetti “Riccioli di Doroty”, con pianeti probabilmente simili alla Terra capaci di contenere la vita. Hawking ha però asserito che sarebbe meglio non invitarli sul nostro pianeta, in quanto gli esiti sarebbero spaventosi!” Ha proseguito Peter Berg, cercando di dare un’impronta scientifica al suo film. “Infatti all’inizio della nostra storia alcuni scienziati scoprono un sistema solare simile al nostro e inviano messaggi tipo “Hei, siamo qui!”. Il resto lo si vedrà al cinema”. Cioè combattimenti tra umani ed alieni, attacchi e difese, navi spaziali e tanta azione. Il cast che annovera attori della nuova leva hollywoodiana: Taylor Kitsch, Alexander Skarsgård. Liam Neeson e Brooklyn Decker (compreso il debutto cinematografico della pop star Rihanna), garantisce (da quel che si è visto) una buona dose di adrenalina e di puro divertimento senza l’uso del 3D.



(Giovedì 19 Gennaio 2012)


Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro