.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Interviste      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Incontro con il Direttore Artistico del "Mosaico d'Europa Film Fest"

Alberto Achilli

"Grazie a noi molti film vengono scoperti e distribuiti in sala"


di Oriana Maerini


Ravenna. A due giorni dalla fine della sesta edizione del Mosaico d'Europa film fest abbiamo incontrato il Direttore Artistico Alberto Achilli (primo da sinistra nella foto) per fare un bilancio di questa particolare kermesse cinematografica. Achilli, fondatore del festival, ricopre da anni il ruolo di Direttore dell’Ufficio Attività Cinematografiche del Comune di Ravenna. Dal 2003 cura anche la Direzione Organizzativa del festival di cinema di genere “Ravenna Nightmare Film Fest”.

In un periodo in cui molti festival italiani chiudono i battenti per assenza di fondi voi avete inaugurato, quest'anno una nuova, bellissima sede. Siete in controtendenza?

Direi di si, essenzialmente perchè il comune di Ravenna, da sempre sensibile alla cultura ed al cinema, ha acquisito un nuovo auditorium destinato in via principale agli studenti universitari. Siccome il festival non aveva una sede fissa abbiamo deciso di far coincidere l'inaugurazione del ‘Palazzo del Cinema e dei Congressi’ con la sesta edizione. Il nuovo spazio è ora il Centro di cultura cinematografica della città e tutti i festival ravennati che in passato trovavano spazio nella Sala 12 del Cinemacity si svolgeranno qui.

Insomma Ravenna è una piccola "fortezza" del cinema che resiste agli assalti della crisi.
Si, riusciamo a resistere anche perchè siamo un festival low badget che costa meno di 100.000 euro e perchè il Comune è molto sensibile alla promozione della cultura cinematografica. Oltre al Mosaico Film Fest organizziamo alte due manifestazioni cinematografiche: un festival di documentari e un festival dedicato all'horror.

Mosaico Film Fest. Perchè questo titolo?
Ha diverse implicazioni. Non solo perchè Ravenna è la città del mosaico per eccellenza, ma anche perchè il festival vuole cercare di incastrare le diverse "tessere" del cinema europeo per formare un unico disegno che rappresenti tutto il continente. Infine il titolo sta a definire anche la natura del festival che non ha solo sezioni sempre fisse ma anche una sezione "mutante" che cambia ogni anno. In questa edizione, ad esempio abbiamo scelto l'animazione europea.

Com'è nata l'idea di creare una vetrina per il cinema europeo?
Grazie alla collaborazione con la FICE ovvero la Federazione italiana Cinema d'essay. Per anni questa organizzazione ha svolto le sue giornate di incontri a Ravenna e, quando, ha deciso di spostare la sede abbiamo pensato di mantenere comunque in questa città d'arte per eccellenza un "presidio" di cinema di qualità. Siccome avevamo anche una proficua relazione con la Francia, abbiamo pensato di dare vita ad una vetrina del cinema europeo.

Qual è la mission del vostro festival?
Mostrare pellicole europee che hanno conquistato premi prestigiosi nei festival internazionali e cercare di sensibilizzare la distribuzione di queste opere che non riescono ad avere una visibilità nelle nostre sale.

In questo senso avete raggiunto dei successi?
Si, molti film che abbiamo proiettato al festival hanno avuto poi una distribuzione nazionale. Non so se il merito è stato solo nostro ma comunque gli abbiamo portato fortuna!

Può fare qualche titolo?
Ricordo fra gli altri Settimo Cielo, il film diretto da Andreas Dresen e presentato al Festival di Cannes 2008 nella sezione Un Certain Regard, This is England di Shane Meadows e Séraphine un film di Martin Provost.

Perchè quest'anno ha scelto, come ospite europeo, un artista fuori dagli schemi come Phil Mulloy?
Essenzialmente perchè è un autore che frequenta da anni il nostro territorio e che conosciamo bene, poi perchè rappresenta una forma di animazione "antidisneliana" che va oltre il concetto di animazione ad uso e consumo solo dei più piccoli. Infine perchè è un regista pluripremiato all'estero che da noi è poco conosciuto.


Ora che questa edizione sta per chiudere i battenti può darci qualche anticipazione sulla prossima?
No, non saprei ancora quali novità introdurre nella prossima edizione.
Cinque mesi prima del festival, insieme ad Alberto Bucci e Marco Mazzetti dell'ufficio cinema dell'AGIS, buttiamo giù le
idee e facciamo il punto sulle pellicole da scegliere fra quelle che abbiamo visionato nei vari festival internazionali.

Sesta edizione a Ravenna dal 14 al 22 aprile 2012
Mosaico d’Europa Film Fest
Ospite Europeo sarà il disegnatore e animatore inglese Phil Mulloy



(Giovedì 19 Aprile 2012)


Home Interviste      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro