.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Il miglior film della saga a quasi 10 anni dal capostipide

American Pie: ancora insieme

Dirige il duo Jon Hurwitz/Hayden Schlossberg


di Mirko Lomuscio


Jim, Oz, Kevin, Finch e Stifler, chi ben conosce questi nomi sa di cosa e di chi stiamo parlando: dei protagonisti di American pie-Il primo assaggio non si scorda mai, fenomeno della commedia americana che ha registrato successi in tutto il mondo, vantando ben due sequel e quattro spin off straight to video, che sinceramente poco hanno da spartire con la classe comica della saga cinematografica (anche se dei quattro Il manuale del sesso merita la sua visione).
Questo nuovo capitolo revival, American pie:ancora insieme, ripropone i personaggi dal punto in cui li abbiamo lasciati: chi sposato ora con figlio a carico (il Jim di Jason Biggs legato alla Michelle di Alyson Hannigan) e chi invece in giro per il mondo a fare cultura (il Finch di Eddie Kaye Thomas), per non parlare di chi ha trovato l’amore in una nuova compagna (l’Oz di Chris Klein) o in una moglie (il Kevin di Thomas Ian Nicholas). Senza dimenticare però chi, nel bene e nel male, ha sempre creato baldoria con esilarante sfacciataggine (lo Stifler di Seann William Scott). La riunione di scuola li vedrà di nuovo insieme, alla ricerca di quella felicità infantile che li ha visti protagonisti di molte disavventure; e non mancheranno vecchi amori che tornano a farsi vivi per rifiorire inevitabilmente (l’Heather di Mena Suvari e la Vicky di Tara Reid).



Ci avevano lasciato con il matrimonio dell’innocuo capitolo tre, magari nell’attesa che qualcosa si sarebbe smosso in tempi minori; invece i protagonisti di questa saga tornano solo ora, a distanza di quasi dieci anni, con grande un’aspettativa da parte dei loro fans che non può essere delusa. Grazie alla perizia dei nuovi registi coinvolti, il duo Jon Hurwitz/Hayden Schlossberg (American trip-Il primo viaggio non si scorda mai) che conoscono bene la materia da trattare e al nucleo di protagonisti ben assemblato questo film risulta essere il più riuscito della saga. American pie:ancora insieme compie, infatti, l’impresa di divertire e riempire i vuoti nostalgici con gag esilaranti (la furtiva entrata in casa della giovane vicina da parte di Jim e company, lo scherzo al lago da parte di Stifler). Non mancano poi altri personaggi di contorno che fanno di questa serie qualcosa di imperdibile: c’è il papà di Jim di Eugene Levy e la mamma di Stifler di Jennifer Coolidge, più la furtiva apparizione della Jessica di Natasha Lyonne e lo Sherminator di Chris Owen, o la Nadia di Shannon Elizabeth e la coppia di MILF guys capitanata dall’orientale John Cho.
Il film, anche per non appassionati al genere, potrebbe essere una buona occasione per recuperare e convincere una volta per tutte che la recente giovane commedia americana non sarebbe stata nulla senza la presenza di questo agguerrito nucleo di personaggi ben assortiti, creati dall’immaginario di Adam Herz (qua in veste di produttore, come in tutta la serie cinematografica dopotutto).

giudizio: ***







(Giovedì 3 Maggio 2012)


Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro