.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Nel sud del mondo alla ricerca del sè

Il Richiamo

La leggerezza dell’irrequietezza


di Roberto Leggio


Lucia e Lea sono afflitte da un dolore impalpabile. La prima è conscia di avere un male incurabile, mentre la seconda, ossessionata da un padre assente, sogna di fuggire da tutto e rifugiarsi a Buenos Aires. Nel limbo della vita Lucia scopre il tradimento del marito e si affida a Lea per scappare nel sud mondo. La Patagonia con i suoi sconfinati paesaggi farà da palcoscenico ad una rinata vitalità. Sospeso nella metafisica degli oggetti (chiavi, specchi, fotografie, una barca) e i fantasmi dell’anima, l’opera seconda di Stefano Pasetto sposa la nostalgia degli spazi per appropriarsi di due vite alla svolta. Vento, terra e sogni sono la magia di un richiamo alla natura, nutrice di un’amicizia destinata a durare forse per sempre.


Un film al femminile dove gli uomini sono comparse “dominanti” di falsi affetti. Una collisione di dipendenze nelle quali le protagoniste si affidano al loro essere donne per riappropriarsi di un loro spazio che non è solo vitale. In fuga dal mondo in “movimento”, si pacificano nel “silenzio” identitario di un mondo agli antipodi. Carne al fuoco che brucia lenta, con due attrici in parte, il film però non morde come dovrebbe, indebolito da troppi facili soluzioni. Imperfezioni che rendono l’opera un po’ leziosa e minimale, ma inversamente intrigante, come i corpi liberati in un paesaggio di eccezionale bellezza.

Giudizio: **



(Venerdì 11 Maggio 2012)


Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro