.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


La cucina francese agli "sgoccioli"

Chef

Un duetto comico non fa pietanza


di Roberto Leggio


Un giovane cuoco dai gusti raffinati ma con guai famigliari (non riesce a mantenere la sua compagna in attesa di un figlio), è continuamente in “guerra” con i palati altrui in quanto tira a campare in taverne e bistrot che propinano solo junk-food. Nato per la nouvelle cousine incontra un famoso chef in crisi d’ispirazione culinaria, il quale per poter rivedere lo stellaggio a cinque stelle del suo ristorante lo assume come attrazione del “gusto”. Tra i due nasceranno dissidi e scontri all’ultima ricetta, ma l’amicizia alla fine prevarrà su tutto.


Ulteriore commedia francese con una trama fragile fragile (forse magari già vista) dove il “piccolo” Michael Youn si scontra con la massiccia peculiarità di Jean Reno, abile nel mimetizzarsi in un ruolo comico. In due reggono bene una farsa culinaria che potrebbe garantire battute fulminanti sui cuochi e sulla cucina francese ed internazionale (stacanovisti come sono per i francesi la loro gastronomia è la migliore del mondo), invece si dibatte in una sottotrama di romanticherie e una primaria “amicizia” maschile, che tanto fa trama a “la page”. Resta una commediola senza infamia e senza lode, capace solo a far risaltare l’amore per la famiglia e le tradizioni legate ai piatti tipici di una cucina in “esportazione”.

Giudizio: **



(Venerdì 22 Giugno 2012)


Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro