.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Festival      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Premiati anche Luca Zingaretti e Laura Morante

Io sono Li vince il San Marino Film Festival

Conclusa ieri la prima edizione con una serata di gala al Palzzo del Cinema


di Oriana Maerini


San Marino. Con una bella cerimonia finale alla quale erano presenti le autorità della Repubblica, grandi autori del cinema italiano e signore elegantissime si è conclusa ieri sera, presso il palazzo del Cinema del Palace Hotel, la prima edizione del San Marino Film Festival. La giuria, presideduta da Pupi Avati ha deciso di assegnare il Titano d’Oro come miglior film a Io sono Li, film di Andrea Segre con la seguente motivazione: “deve essere incoraggiato il cinema che va oltre i pregiudizi e oltre le singole comunità che convivono nel nostro paese”. Quella di Segre è, infatti, una pellicola sulla vita “difficile” di una mamma cinese che per riabbracciare suo figlio, prima confeziona camicie nella periferia di Roma e poi si trasferisce a Chioggia dove conosce il pescatore-poeta slavo Bepi, con il quale impara l’impara l’italiano e gli italiani, scontrandosi contro il pregiudizio della gente. Un meritatissimo Premio alla Carriera è stato, inoltre, assegnato a Lucia Bosè.
In mattinata durante la conferenza stampa conclusiva Pupi Avati aveva così riassunto e stigmatizzato l'importanza di questa kermesse: “Il festival di San Marino nasce come buon auspicio per i giovani cineasti e il nuovo cinema italiano potrebbe proprio ripartire da qui.I premi assegnati dimostrano che qualcosa si “muove”, nell’immobilismo culturale italiano. Quel poco cinema italiano di qualità, quest’anno non avrà la fortuna che merita. Non è una questione di distribuzione, ma dell’esercizio che lo manovra. Ormai un film è segnato fin dal primo giorno: se non guadagna viene automaticamente cancellato. Il sistema del passaparola non funziona più. E se funziona, lo è per poco.” . E i premi assegnati confermano questa vocazione el neonato festival: miglior regia a Pippo Mezzapesa per il film “Il Paese delle Spose Infelici” il premio al miglior attore è andato a Luca Zingaretti, per la piccola rivelazione “La Kryptonite nella borsa”, film che ha vinto anche il premio come miglior sceneggiatura. Miglior documentario è “Il Mundial dimenticato” di Lorenzo Garzella e Filippo Macellonio. Giusto riconoscimento per un prodotto che ha fatto luce su uno dei più misteriosi (e dimenticati) eventi calcistici avvenuti nel 1942 in Argentina, proprio nello stesso periodo in cui in Europa si consumava il grande macello della seconda guerra mondiale. Mentre la giuria del Premio Tonino Guerra per la sceneggiatura ha assegnato il premio al film interpreto da Lucia Bosè dal titolo Alfonsina y el mar dei giovani registi Davide Sordella e Pablo Benedetti. "Spero che questo festival ideato in paese estero che sta nel cuore della mia terra romagnola, diventi il fulcro di interesse per gli autori di cinema e che possa sostuire o aggregare tutti i festival del territorio che sono spariti negli anni" - ha dichiarato quasi commosso Ivano Marescotti, l'attore romagnolo presidnete della giuria dei cortometraggi a cui è stato consegnato un premio per il cinema italiano. Grande successo quindi per questa prima edizione che ha coniugato presenze importanti del nostro cinema come Sophia Loren e Lucia Bosè ad un grande interre per la nuova onda. Registi, attori e sceneggiatori che per cinque giorni hanno scambiato qui le loro idee confrontando speranze e strategia per un rilancio del cinema italiano. Il Festival di San Marino tornerà l’anno prossimo nello stesso periodo dal 9 al 14 Dicembre. Sempre che non venga anticipato di un mese.


I premi:

Sezione Lungometraggi

Premio come Miglior Film a Io sono Lì di Andrea Segre che si aggiudica il Titano d’oro (8.000 euro).
Premio Miglior Regia a Pippo Mezzapesa per il film Il Paese delle spose infelici (3.000 euro);
Premio per il miglior attore è andato a Luca Zingaretti per il film “La kriptonite nella borsa” di Ivan Crotoneo ed ex aequo Giorgio Colangeli per il .
Premio miglior attrice è andato a Laura Morante per il film “Appartamento ad Atene” di Ruggero Dipaola.
Premio Miglior Documentario (3 mila euro) a Il Mundial dimenticato di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni.
Premio per la Migliore Sceneggiatura Sezione Lungometraggi (2 mille euro) a “La kriptonite nella borsa” di Ivan Crotoneo.

Sezione Cortometraggi

Premio del Miglior Film (3 mila euro) a La sera prima di Massimo Fallai
Premio Migliore Sceneggiatura a Pizza Verdi di Gary Nadeau.
Premio speciale della giuria è andato a Giorgio Colangeli per il film La sera prima di Massimo Fallai.

Premio Tonino Guerra

La giuria del Premio Tonino Guerra (3.000 euro) per la miglior sceneggiatura (composta da Isabella De Bernardi, Giacomo Ciarrapico e Paolo Bianchi) ha assegnato il premio al film Alfonsina y El mar di Davide Sordella e Pablo Benedetti.


Prima edizione dal 10 al 15 dicembre
San Marino Film Festival
Presidente della giuria sarà il regista Pupi Avati
Una sezione dedicata a Tonino Guerra.



(Domenica 16 Dicembre 2012)


Home Festival      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro