.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Festival      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Felice chi è diverso, il documentario di Gianni Amelio

Il cinema italiano alla 64ma edizione del Festival di Berlino

Il Sud è niente di Fabio Mollo


di red.


Quest'anno non ci sarà nessun film italiano in concorso alla 64ma edizione del Festival di Berlino ma il nostro Paese sarà presente, grazie a Istituto Luce-Cinecittà con due opere proposte con ilo loro marchio di distribuzione.:

Nella sezione Panorama DOKUMENTE, Felice chi è diverso, il nuovo film documentario di Gianni Amelio. Prodotto da Luce-Cinecittà, con Rai Cinema e Rai Trade, con il contributo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione Generale per il Cinema, e in collaborazione con Cubovision di Telecom Italia, il film verrà distribuito da Luce-Cinecittà nelle sale cinematografiche ai primi di marzo.

Nella sezione ‘Generation’, il focus dedicato al cinema per ragazzi, è in programma l’opera prima di Fabio Mollo Il Sud è niente: uno dei casi internazionali dell’anno, dopo gli inviti ai Festival di Toronto, Roma-Alice nella Città e Torino. Un exploit confermato anche dalla partecipazione della protagonista del film, la debuttante Miriam Karlkvist, all’edizione 2014 di Shooting stars, la vetrina organizzata dall’EFP per i giovani talenti della recitazione europei.


Miriam Karlkvist


64ma edizione del Festival di Berlino.

Film in Concorso:

Zwischen Welten (Inbetween Worlds) di Feo Aladag (Germania)
Jack di Edward Berger (Germania)
Kreuzweg (Stations of the Cross) di Dietrich Brüggemann (Germania)
Kraftidioten (In Order of Disappearance) di Hans Petter Moland (Norvegia/Svezia/Danimarca)
Macondo di Sudabeh Mortezai (Austria)
Praia do Futuro di Karim Aïnouz (Brasile/Germania)
Historia del miedo (History of Fear) di Benjamin Naishtat (Argentina/Uruguay/Germania/Francia)
La tercera orilla (The Third Side of the River) di Celina Murga (Argentina/Germania/Paesi Bassi)
La voie de l‘ennemi (Two Men in Town)di Rachid Bouchareb (Francia/Algeria/Stati Uniti/Belgio)
Boyhood di Richard Linklater (Stati Uniti)
Chiisai Ouchi (The Little House) di Yoji Yamada (Giappone)
Tui Na (Blind Massage) di Ye Lou (Cina/Francia)
Bai Ri Yan Huo (Black Coal, Thin Ice) di Yinan Diao (Cina)
Wu Ren Qu (No Man’s Land) de Hao Ning (Cina)

Fuori Concorso:

Grand Budapest Hotel di Wes Anderson (Regno Unito/Germania)
Aimer, boire et chanter (Life of Riley) di Alain Resnais (Francia)
'71 di Yann Demange (Regno Unito)
Aloft di Claudia Llosa (Francia/Spagna/Canada)
Die geliebten Schwestern di Dominik Graf (Germania)
Stratos di Yannis Economides (Grecia/Cipro/Germania)



(Venerdì 7 Febbraio 2014)


Home Festival      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro