.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Nel bianco uno spazio espositivo a tout-court

Un Enzima per l'arte contemporanea a Roma

Inaugurata la galleria d'arte “Giacomo Guidi”


di Roberto Leggio


Roma – Il bianco come luogo dell'arte. Tutto è luminoso, abbacinate, pulito, etereo. Pulsante. Stanzoni, corridoio, sala meeting. Ambienti enormi, ispirati, concepiti per divenire l'enzima di una contemporaneità artistica. Lo spazio Giacomo Guidi è di per sé uno show room per contenere “simultaneamente” tutte le forme d'arte in dialogo tra letteratura, musica, fotografia, poesia, cibo, moda e cinema. “Un luogo” aggiunge Giacomo Guidi, giovanissimo gallerista “dove l'unica vera protagonista è la contemporaneità, intesa in tutte le sue declinazioni: le arti figurative saranno circondate da altre forme d'arte, comprese quelle che ancora non sono pienamente considerate tali”.

Lo spazio, originariamente una tipografia accanto all'Orto Botanico di Trastevere a Roma, è stato per dieci anni lo studio dell'artista Sandro Chia (proprio due anni fa ha fatto da set per il film “Io e Te” di Bernardo Bertolucci), ha davvero le caratteristiche e le potenzialità di un centro unico nel suo genere che permette una fruizione più articolata di una “canonica” galleria d'arte. Lo spazio è stato inaugurato proprio ieri con una mostra che si terrà fino al 30 Dicembre, con opere inedite di Gerold Miller, la prima personale dell'artista americana Melissa Kretschemer e una selezione di smalti e disegni di Ettore Sottsass. Inoltre in contrasto con le bianche pareti, si potrà ammirare in anteprima la nuova collezione totalmente nera dello stilista Fabio Quaranta, che in una stanza della galleria sarà sistemato in maniera permanente uno spazio dedicato al lavoro del designer romano.

La programmazione espositiva annuale sarà suddivisa in tre blocchi, ciascuno dei quali vedrà allestite due grandi mostre ed un progetto curatoriale. “Penso che lo spazio diverrà in breve tempo” continua Guidi “un centro di attrattiva per studenti, amanti dell'arte e della cultura, professionisti del settore, collezionisti ed artisti”. Infatti, Giacomo Guidi, oltre all'attività espositiva principale, intende attivare una programmazione di eventi, incontri, conferenze coinvolgendo curatori, stilisti, designer, architetti, musicisti, chef e scrittori. Tutti assieme in una sinergia unica, dove tutto, nel vero senso dell'etimologia della parola, possa essere visivo, tattile e perché no “metafisico”.






(Mercoledì 17 Settembre 2014)


Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro