.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Grande successo della rassegna all'auditorium Parco della Musica

Buenos Aires Tango!

Straordinarie le coreografie di Infinito Tango di Leonardo Esteban Cuello


di Oriana Maerini


Roma. Grande successo di pubblico all'Auditorium Parco della Musica per l'evento Buenos Aires Tango che si è concluso ieri. L’atteso appuntamento con una delle forme d’arte più amate al mondo non ha deluso gli appassionati che sono accorsi ad ammirare le splendide coreografie e gli artisti più celebri provenienti dalla capitale argentina che si sono esibiti sul palco di quello che è diventato ormai il tempio della musica romana.
Cinebazar ha scelto di seguire, nell'ambito della rassegna, la prima assoluta dello spettacolo Infinito Tango con la coreografia di Leonardo Esteban Cuello, uno dei massimi sperimentatori e maestri di questo genere di danza.
In una sala Petrassi affollatissima il pubblico ha seguito con passione l'esibizione dei ballerini che hanno messo in scena un'antologia dell’infinito universo del tango attraverso la rappresentazione di diversi "quadri" che hanno illustrato le diverse epoche storiche e le diverse melodie.
La coreografia di gruppo A la distancia (musica di Lautaro Greco) ha dato inizio allo spettacolo con un lavoro collettivo davvero attuale, caratterizzato da dinamiche intense che contrastano con passi a due intimi ed emozionanti. La pièce prende il titolo dai due brani musicali che la compongono, Preludio a la distancia e Tango a la distancia di Lautaro Greco.
A seguire è andata in scena poesia tanguera attraverso le emozioni femminili con
Fruta amarga (su brani interpretati da Lidia Borda) uno spettacolo molto sensuale e struggente messo in scena con tre duetti, tre profonde poesie danzate che parlano del dolore del disamore dal punto di vista della donna. La voce inconfondibile di Lidia Borda, che oggi è forse l’interprete più brillante di brani del genere, ha esaltato questa semplice e intima opera coreografica.
Altro "quadro" indimenticabile è stato "Nochero soy (musica di Osvaldo Pugliese) con il quale sono stati omaggiati i protagonisti delle notti di Buenos Aires, quei ballerini anonimi che fanno e hanno fatto della pista e delle notti di milonga una religione vera e propria; la figura più anonima risulterà la protagonista assoluta della coreografia. L’accompagnamento musicale è affidato a brani del grande maestro Osvaldo Pugliese nella meravigliosa interpretazione dell’orchestra Color Tango di Roberto Álvarez.





Ma quello che più ha entusiasmato chi scrive è stato Domingo (musica di Juan D’Arienzo) che , con la sequenza di languide milonghe del maestro Juan D’Arienzo ha ricreato la splendida atmosfera degli anni Cinquanta. Come in ogni riunione tra amici il protagonista è “il tavolo”, superficie collettiva, magnetico catalizzatore di incontri che la coreografia trasforma in mille modi, sotto gli occhi divertiti del pubblico, per celebrare la socialità.
Qui abbiamo anche trovato anche delle citazioni cinematografiche:
lo spettacolo è un chiaro omaggio alla memorabile scena del film Mercado de abasto in cui Tita Merello si esibisce sulle note di Se dice de mi... Per questa pièce, oltre che agli aneddoti raccontati da mia madre, mi sono ispirato proprio alle inquadrature che hanno immortalato su pellicola i tradizionali e indimenticabili picnic estivi di tanti anni fa.
Nella sua domestica semplicità Domingo ha rappresentato il finale perfetto per questo percorso attraverso l’infinito universo tanguero, al termine di un lungo viaggio... si torna alle radici. E' una meritata standing ovation ha salutato gli artisti sul palco.



Infinito Tango
Coreografia di Leonardo Cuello
musiche di Lautaro Greco, Osvaldo Pugliese, SebastiánVerea, Gustavo Fedel, Juan D’Arienzo
con: Ayelen Sánchez y Walter Suquia, Andrea Kuna y Juan Del Greco, Nuria Lazo y Federico Ibáñez, Paula Ayelen Álvarez Miño y Gonzalo Romero e Luciana Canale y Sebastian Fernández



(Lunedì 6 Ottobre 2014)


Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro