.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Figlio del regista Stefano Calvagna

Premio Biraghi al piccolo Nicolò Calvagna

Non ha dubbi vuole continuare a fare l'attore


di Oriana Maerini


Roma Nessuna emozione o titubanza. Alla domanda di Laura delli Colli sul suo futuro artistico il piccolo Nicolò Calvagna, figlio del regista Stefano, non ha dubbi: Continuerò a fare l'attore perché mi piace recitare!
Così si è espresso il bimbo durante la cerimonia dei nastri d'argento svoltasi al Maxxi il 29 maggio quando il Presidente Laura Delli Colli e il Direttivo Nazionale del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani gli hanno consegnato il premio, una Menzione Speciale Premio Biraghi per le sue interpretazioni in “Un Natale stupefacente” (2014) di Volfango De Biasi e “Mio papà” (2014) di Giulio Base.
Un riconoscimento prestigioso e, allo stesso tempo, una soddisfazione non da poco, considerando che è la prima volta che un premio di così grande importanza viene attribuito a un bambino.

Prossimamente lo vedremo nella fiction Rai “Il sistema”, accanto a Claudio Gioé e Gabriella Pession, ma chi segue l’universo della Settima arte tricolore ha già avuto modo di apprezzarlo, tra l’altro, in “Anni felici” (2013) di Daniele Luchetti, “Indovina chi viene a Natale?” (2013) di Fausto Brizzi e “Maraviglioso Boccaccio” (2015) di Paolo e Vittorio Taviani, nonché in diversi lungometraggi diretti dal padre Stefano, da “L’ultimo ultras” (2009) a “Non escludo il ritorno” (2014).


Clicca "MI PIACE" su Facebook
Se ti è piacuto l'articolo, fallo sapere all'autore: clicca "Mi PIACE" e aggiungi i tuoi commenti sulla pagina Facebook di Cinebazar.

Vai alla pagina di Cinebazar su Facebook



(Mercoledì 3 Giugno 2015)


Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro