.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Interviste      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


La famosa cantante attrice nel film "Babbo Natale non viene da nord"

Annalisa Scarrone

"Recitare è stata una bella esperienza ma il mio mondo rimane la musica"


di Oriana Maerini


Maurizio Casagrande talent scout? Si perché nel sua nuova divertente commedia
Babbo Natale non viene da Nord , da domani in sala, girata tre anni dopo Una donna per la vita l'attore napoletano, spalla di Vincenzo Salemme, ha portato sul grande schermo una cantante. Ha infatti scelto Annalisa Scarrone per il ruolo della figlia India. Perché gli ricordava sua sorella da giovane ma, soprattutto, per i suoi occhioni, il suo visino delicato, la freschezza ed il suo straordinario talento di cantante. La Scarrone, nata a Savona nel 1985, è venuta alla ribalta durante
la decima edizione del talent Amici di Maria De Filippi, nella quale si è aggiudicata il
Premio della Critica (2011). Ha Iniziato a studiare chitarra classica all’età di 6 anni e flauto traverso a 16 anni. Nel 2011 pubblica il primo album “Nali”con 8 canzoni inedite, fra cui “Solo” scritta dall’artista stessa e la cover “Mi sei scoppiato dentro il cuore” di Mina. La versione digitale di “Nali” conquista il web: in un solo giorno arriva fino alla seconda posizione della classifica di iTunes. Un altro riconoscimento importante arriva dal sito Rockol. it, che giudica “Diamante lei e luce lui” il miglior videoclip italiano nella categoria emergenti. Nel 2012 esce il secondo album “Mentre tutto cambia”e l’artista partecipa ad Amici “Big”. Nel 2012 ottiene il “Premio Lunezia” per il valore Musical – letterario del suo ultimo album di inediti “Mentre tutto cambia” e il video di “Senza Riserva” vince il Premio Videoclip Italiano nella sezione Mainstream (categoria donne). Ha partecipato al 63°
Festival di Sanremo con due brani: “Scintille” e “Non so ballare” tratti dal suo 3° album pubblicato durante il Festival di Sanremo 2013.
Il ruolo scritto per lei in Babbo Natale non viene da nord gioca sul personaggio di un'aspirante cantante, figlia del mago Marcello (Casagrande) che assomiglia come una goccia d'acqua alla famosa cantante Annalisa. Un escamotage che le permette di cantare interpretando la sosia di se stessa e arricchendo anche la colonna sonora del film con alcuni suoi brani, in particolare “Una finestra tra le stelle”, pezzo presentato a Sanremo 2015.


Cosa le è piaciuto di più di questo personaggio?
India arricchisce la concezione che il pubblico ha di me, mostrando il mio lato buffo, impacciato, a volte anche paranoico e pieno di incertezze, ma altrettanto importante, perché quando sei troppo sicuro è meglio che cambi lavoro”.


Come l'ha convinta Casagrande ad accettare il ruolo?
Mi ha contattata direttamente, senza passare dai canali ufficiali, e abbiamo fatto una chiacchierata di un’ora in cui mi ha tramesso la grande passione che aveva per questo film.

Com'è stata l'esperienza attoriale?
Molto positiva: mi sono divertita tantissimo e mi sono appassionata al mio nuovo lavoro. Sono felicissima di essermi lasciata coinvolgere in quest’avventura, che rappresenta per me un’esperienza completamente nuova. Al cinema svelo un lato misconosciuto della mia personalità:l'ironia. Sono una persona che prende le cose molto sul serio e spesso la gente pensa che io sia sempre seria.

Cosa spera di dare al pubblico?
Spero di riuscire a farli sorridere. A mio avviso Babbo Natale non viene da nord è un film intriso di valori importanti e positivi e ha il pregio di far sorridere la gente in un momento di crisi come questo.

Si è aperta per lei una carriera di attrice?
No e non parlerei di carriera parallela anche se quest’esperienza mi ha arricchito. Ho scelto di recitare in questo film perchè il ruolo è molto legata alla mia storia personale. Quando avevo 20 anni ero come India, una ragazza con l'aspirazione di sfondare nel mondo della musica. Non ho faticato, quindi, a calarmi nel mio ruolo. Non escludo di ripetere l'esperienza attoriale ma dovrei trovare tutti gli ingredienti giusti nel momento giusto. Mai dire mai, ma ora il mio destino rimane legato solo alla musica.

Ora ha prestato il suo volto al cinema, in passato la sua straordinaria voce...
Si, le mie canzoni “Tutto sommato” e “Non so ballare”, insieme all’inedito “Capirai” scritto dall’autore olandese Ronald Schilperoorthanno fatto parte della colonna sonora del film Toscaanse Bruiloft (Matrimonio toscano), una delle più importanti pellicole uscite in Olanda per la regia di Johan Nijenhuis.
Inoltre il brano “Pirati”è ispirato alle avventure del film d’animazione L’Era Glaciale 4: Continenti alla deriva.



Clicca "MI PIACE" su Facebook
Se ti è piacuto l'articolo, fallo sapere all'autore: clicca "Mi PIACE" e aggiungi i tuoi commenti sulla pagina Facebook di Cinebazar.

Vai alla pagina di Cinebazar su Facebook






(Mercoledì 25 Novembre 2015)


Home Interviste      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro