.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Tutto come prima, più noioso di prima

Ring 3

Samara esce dal pozzo e noi vorremmo spaventarci di più


di Roberto Leggio


Ai tempi del Blu-Ray in 3D è ancora la VHS a farti morire. All'inizio c' è un ragazzo che muore terrorizzato su un aereo di linea, non prima di aver chiesto alla sua vicina se “conosce la leggenda della videocassetta che fa morire dopo sette giorni”. Poi ci si sposta al momento in cui il ragazzo di Julia parte per il college da qualche parte negli Stati Uniti. Dato che dopo qualche settimana il giovane non si fa più sentire, la ragazza parte a cercarlo e scopre che un insegnante ha trovato la chiave per dimostrare che esiste una vita dopo la morte. La risposta è racchiusa in una videocassetta con un filmato inquietante in bianco e nero. Il problema è che anche suo ragazzo ha visto il video è quindi la sua vita è a termine. Per salvarlo Julia guarda anch'essa il video scoprendo qualcosa di orribile: esiste un film dentro il film, che nessuno a mai visto prima...


Il cerchio illuminato è sempre li, in alto nel cielo minaccioso. Ring 3 inizia su un aereo e finisce (ma si dai, diciamolo), spammato e replicato su internet. Originale o truffa colossale? Ma la domanda primaria (e più importante) è: di cosa si tratta veramente? Di un remake? Un sequel? Un reboot? Oppure semplicemente prequel? La risposta non è del tutto chiara, anche perché la casetta VHS ipoteca la morte di chi la vede e Samara fa quello che deve fare. Cioè uscire dal pozzo con i capelli bagnati davanti al viso, con membra ossute a terrorizzare e uccidere dopo sette giorni. Peccato però che, sebbene questo nuovo capitolo di una saga iniziata col botto in Giappone e traslata in America con il terrore più puro e inquietante; fili via fluido anche se un po' troppo improbabile, l'operazione è priva di qualsiasi mordente. Tutto è visto, stravisto, mangiato e digerito senza nessuna innovazione. Perfino il terrore latita e dal pozzo con la bambina maledetta esce solo noia ed imbarazzo.

Giudizio *



(Giovedì 16 Marzo 2017)


Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro