.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Presentato alla Casa del Jazz il nuovo album di Gaia Mattiuzzi

Inner Core

Musica di respiro europeo ispirata dalle liriche di James Joyce


di Oriana Maerini


Roma. Alla Casa del Jazz, tempio romano di queste sonorità ho assistito ad un concerto particolarmente inedito. La cantante Gaia Mattiuzzi ha presentato il
nuovo album "Inner Core, un progetto dal respiro europeo che trascende i generi tradizionali e che trova la sua identità tra i territori contaminati del jazz, contaminati da vocalità classiche, contemporanee, ed elettroniche.
Una commistione gradevole che vira verso una filosofia intimista assegnando alla musica il compito di rinfrancare l'anima. Il processo creativo che ha percorso questa
eccellente musicista nota al panorama musicale italiano e tedesco, risiede in alcune poesie di James Joyce. Gaia Mattiuzzi, sale sul palco accompagna con la sua voce melodica un quintetto composto da: Alessandro Lanzoni al pianoforte, Gabriele Evangelista al contrabbasso, Enrico Morello alla batteria e Alfonso Santimone all’elettronica.



Prima di iniziare il concerto la cantante, musicista e performer - formatesi anche in Germania dove ha vissuto diversi anni - spiega al pubblico la genesi della sua ispirazione per il suo nuovo album Inner Core: lo strato più interno del pianeta, il cuore, il nucleo solido, un luogo dell’anima che riporta all’essenza, al centro da cui ripartire.
Il repertorio del concerto è composto di due parti: i brani originali nati dalla ricerca intorno alle poesie di James Joyce, ed un processo in divenire, dove l’interplay tra canto, strumenti acustici ed elettronici proietta l’ascoltatore in una dimensione sonora in continua evoluzione. Nella musica proposta. quindi, la forma canzone si amplia e si evolve con consapevolezza, trovando nuove trame espressive e nuovi spunti musicali da cui ripartire. Il pubblico è incuriosito dalla trasformazione musicale delle poesie di Joyce che crea una sorta di metalinguaggio per una voce che non è solo al servizio della melodia e dei testi, ma diventano anche strumento che scava nello spettro timbrico, alla ricerca di nuovi colori, dimensioni e possibilità espressive.
Un esperimento geniale ed altamente creativo che mescola le sonorità tradizionale con le commistioni elettroniche.
Standing Ovation alla Casa del Jazz per Gaia Mattiuzzi ed il suo nuovo, particolarissimo album.

Gaia Mattiuzzi



(Domenica 28 Maggio 2023)


Home Eventi      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro