.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Sipario      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Dal 19-24 marzo 2024 al Teatro India di Roma

La dodicesima notte

Adattamento e regia di Giovanni Ortoleva della commedia di Shakespeare


di red.


Il giovane regista Giovanni Ortoleva - menzione speciale nel concorso “Registi under 30” della Biennale di Venezia 2018 - adatta e dirige "La dodicesima notte", una delle più belle commedie di William Shakespeare.
Lo spettacolo prodotto da: LAC Lugano Arte e Cultura in coproduzione con Fondazione Luzzati Teatro della Tosse, Centro D'arte Contemporanea Teatro Carcano, Arca Azzurra partner di produzione Gruppo Ospedaliero Moncucco andrà in scena al Teatro India dal 19 al 24 marzo.

Sul palcoscenico si esibiranno gli attori: Giuseppe Aceto, Alessandro Bandini, Michelangelo Dalisi,Giovanni Drago, Sebastian Luque Herrera,Anna Manella, Alberto Marcello, Francesca Osso, AuroraSpreafico

E' una commedia sorprendente, amara ma lieve, surreale ma terrena, profondamente malinconica e irresistibilmente divertente.
Una scenografia ricca, caratterizzata da una possente gradinata, dove ogni personaggio tenta di scalare la vetta e avere il suo momento di gloria, più o meno lungo. La regia è caratterizzata da un’azione particolarmente ritmata. “La dodicesima notte non è una commedia d’amore ma una commedia sull’amore, sull’ossessione per l’amore che diventa ideologia e quindi malattia della mente” dichiara il regista

La dodicesima notte è senza dubbio uno strano oggetto . Scritta subito dopo Amleto (di cui mantiene in modo evidente alcuni motivi) è totalmente dominata dall’amore: non si parla d’altro in Illiria, e di altro non si vuol sentir parlare (né cantare), né nelle case dei nobili né nelle bettole degli ubriachi. Eppure questi discorsi sono deliranti, bizzarri, violenti; le frequenti dichiarazioni deviano spesso dall’amato
per tornare alla celebrazione di sé; alla passione si associano frequentemente i termini della malattia, del martirio, della tortura; le canzoni hanno testi malinconici, spesso e volentieri mortiferi... Tutto questo fa pensare che La dodicesima notte non sia una commedia d’amore, come spesso viene detto, ma una commedia sull’amore, sull’ossessione per l’amore.

Lac Lugano Arte e Cultura - Foto di Luca del Pia


Sinossi:

Sulle coste dell’Illiria, l’amore si diffonde a ritmo endemico. Il duca Orsino è innamorato di Olivia, ricca contessa che si nega alla sua vista per onorare il ricordo del fratello scomparso. Quando nel paese arriva Viola, una giovane reduce da un naufragio che prende servizio dal duca travestendosi da uomo col nome di Cesario, la ragazza si innamora perdutamente di Orsino e fa innamorare di sé la contessa Olivia, creando un triangolo irrisolvibile. A complicare ulteriormente la situazione arriverà in Illiria anche il gemello creduto morto di Viola, Sebastiano; dopo una lunga serie di fraintendimenti e imprevisti, la storia troverà finalmente il suo “lieto” fine.


19-24 marzo 2024 - Teatro India
La dodicesima notte
(o quello che volete)
Di William Shakespeare
Traduzione Federico Bellini



(Venerdì 15 Marzo 2024)


Home Sipario      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro