.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Vincitore di quattro Razzies Award

Dirty Love -Tutti pazzi per Jenny

Dal 5 maggio in vendita distribuito dalla Millennium Storm


di Mirko Lomuscio




Titolo originale: Dirty love
Nazionalità: USA
Anno: 2005
Genere: Commedia
Regia: John Asher
Interpreti: Jenny McCarthy, Eddie Kaye Thomas, Carmen Electra, Victor Webster
Distribuzione: Millennium Storm
Video: 1.77:1
Audio: Italiano DTS, Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Galleria fotografica, Trailer, Credits
Durata: 90’
Codice area: 0 Pal


Trama:

Fidanzata con il top model Richard, la sexy Rebecca crede di aver trovato il paradiso; il suo sogno, però, è destinato a terminare la notte in cui, dopo una lunga giornata di lavoro, rientra in casa per trovarlo, nel letto, impegnato in focose acrobazie sessuali con un’altra donna. I nervi di Rebecca vanno quindi in pezzi, ma una strana indovina le rivela che il vero amore arriverà, a quanto pare, su un pony immacolato; allora, supportata dalle scapestrate amiche, inizierà una caccia all’uomo, non priva di imprevisti, nella speranza di trovare colui che farà sprofondare Richard nella gelosia.

Recensione:

Scritto ed interpretato dalla sexy bionda Jenny McCarthy, Dirty love, il cui sottotitolo italiano Tutti pazzi per Jenny vorrebbe richiamare alla memoria la comicità dei Farrelly Bros (quelli di Tutti pazzi per Mary, per intenderci), ha finito per aggiudicarsi ben quattro dei poco ambiti Razzies Award, ovvero i contro-Oscar, tra cui quello per il peggior film. E mai premio sarà più appropriato per una pellicola del genere, la quale vorrebbe presentarsi come una commedia sentimentale a tinte comiche, per poi rivelarsi un prodotto trash non distante dagli elaborati della Troma, casa di produzione specializzata in spazzatura cinematografica a stelle e strisce.
Nel campionario di sequenze cult che farebbero impallidire qualunque cinefilo degno di questa parola, troviamo veramente di tutto, da conati di vomito sul seno della protagonista ad un uomo nudo con un pesce tra le natiche, per concludere con un illusionista che dal di dietro lascia uscire fazzoletti colorati (!!!). Se poi non vi bastano neppure personaggi secondari ridicoli per quanto stereotipati nella rappresentazione (basta citare l’oca Kam Heskin e la rude Carmen Electra), aggiungete la vera scena madre del lungometraggio: Rebecca che, nel tentativo di acquistare una confezione di assorbenti, finisce per lasciare scie di sangue mestruale nei corridoi di un supermercato.
Capito il territorio cinematografico in cui ci troviamo? Se siete alla ricerca di spazzatura in risate infarcita di basso sentimentalismo avete trovato il film che fa per voi, e, in ogni caso, si tratta di un vero e proprio capolavoro del trash su celluloide. Potete scommetterci.




(Giovedì 13 Aprile 2006)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro