.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


A Trento appuntamento con i film sulla montagna

Trento Film Festival

55esima edizione che apre con un film di Chaplin


di red.



TRENTO. Comincia oggi, 28 aprile, l’avventura cinematografica proposta dalla 55esima edizione del TrentoFilmfestival. Per un’apertura in grande stile si inizia con la proiezione di “The Gold Rush”, di Charles Chaplin (1925), recentemente restaurato e accompagnato per l’occasione dall’Orchestra Haydn, diretta da Timothy Brock, che eseguirà le musiche originali dello stesso Chaplin.
Da domenica 29 aprile si entrerà nel vivo.
Tra le quaranta opere selezionate quest’anno per partecipare al concorso cinematografico, una delle anteprime più attese è “Am Limit”, film dedicato alle mirabolanti imprese dei fratelli Alexander e Thomas Huber (sarà presente il regista, Pepe Danquart). Ma non va dimenticato il film sulle battaglie ambientaliste “Global focus”; lo studio sugli effetti dell’anossia in alta quota di Histoire d’oxigène, per la regia di Charly Buffet, oppure lo sguardo a un mondo “altro” come può essere l’universo femminile tibetano di “Thin Ice”.

Il TrentoFilmfestival ama anche le grandi storie. Ecco dunque, fuori concorso, dieci lungometraggi che aprono finestre su remoti angoli del pianeta. Dalla Cordillera peruviana di “Madeinusa” al Messico di “El Violín”, dal Monte Bianco di “Memoire de glace” al Kazakistan di “The Nomad” è tutto un viaggio. “Valley of Flowers” ci porta indietro nel tempo, “Sunduk Predkov” in un limbo temporale, e tante altre avventure si sviluppano su trame non semplificabili e tra scenari grandiosi di montagne .
Impossibile dimenticare il giorno 1° maggio, che il TrentoFilmfestival celebra ricordando con due opere Guido Rossa sindacalista e alpinista vittima delle BR. Presso il Teatro San Marco si comincia nel pomeriggio con “Un profondo sonno nero - Vita e morte di Guido Rossa alpinista e operaio” documentario di Micol Cossali e Matteo Zadra che viene proiettato in anteprima nazionale e si prosegue nella serata con la proiezione di “Guido che sfidò le Brigate Rosse”, a cui parteciperà anche il regista Giuseppe Ferrara.










A Bolzano appuntamento con i film sulla montagna
Trento Film Festival
Incontro con gli autori e una mostra fotografica





(Sabato 28 Aprile 2007)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro