.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Danny Boyle ci porta a Bombay con una favola stile Frank Capra

The millionaire

E già si parla di Oscar...


di Mirko Lomuscio


Concorrente del noto gioco televisivo Chi vuol essere milionario?, Jamal (Dev Patel) è in corsa per l’ambito premio finale di venti milioni di rupie, ma, nonostante la sua bravura nell’indovinare la risposta ad ogni singola domanda, il giovane viene violentemente interrogato dalle autorità che vogliono capire se stia barando.
Segue quindi il racconto della sua difficile vita, dalle baraccopoli di Bombay all’universo criminale dei piccoli mendicanti, fino al call center in cui lavora come ragazzo che porta il tè; una vita travagliata in compagnia dell’inseparabile amico Salim (Madhur Mittal) e dell’amata Latika (Freida Pinto), persa e ritrovata lungo il cammino. Questa, in sintesi, la trama di The Millionaire, l’ultimo lungometraggio del regista Danny Boyle (Trainspotting) che narra il sogno di una vita che cambia completamente. Il film può considerarsi una versione cruda e moderna delle commedie di Frank Capra e vuole testimoniare in che modo la voglia di amare possa mutare senso anche alla più difficile delle esistenze.


Lungometraggio ben ritmato che, mostrando una Bombay fatta di baraccopoli e piccoli mendicanti, spinge a riflettere sul triste tenore di vita di determinate persone. L'operazione può considerarsi un po' furba, ma lo sceneggiatore Simon Beaufoy (Full monty-Squattrinati organizzati) architetta bene il tutto, quindi, la bontà viene sempre controbilanciata da dosi di notevole crudezza, sia visiva che concettuale. Quindi, possiamo tranquillamente perdonare la facilità delle domande del quiz, perché alla fine quel che conta è la struttura a incastro che Beaufoy basa sui quesiti, ognuno con una risposta che fa sempre più luce sulla vita del protagonista Jamal, con un intenzionale riferimento alla tattica narrativa di un capolavoro del calibro de I soliti sospetti.
Già si parla esageratamente di Oscar, ma, anche se The millionaire risulta un bel film, può essere semplicemente catalogato come facile operazione, in quanto al cinema vicende del genere sono state raccontate in maniera migliore.

giudizio: * *

Quattro candidature prestigiose al Golden globe
Successo e premi per "The millionaire"
E successo al botteghino anche in Italia


Al cinema in India
Raj Mandir cinema
Lo spettacolo è la sala, ed il pubblico che lo frequenta
“A Jaipur non mancate di vedere un film in hindi al Ray Mandir Cinema, che è per le sue caratteristiche una delle attrattive del posto”



(Venerdì 5 Dicembre 2008)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro