.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Omaggio a Luciano Salce al Festival Internazionale del Film di Roma

L'uomo dalla bocca storta

A 20 anni dalla scomparsa


di red.


Roma. Omaggio a Luciano Salce al Festival Internazionale del Film di Roma, a vent’anni dalla scomparsa,
con la presentazione del documentario L’uomo dalla bocca storta realizzato da Emanuele Salce in ricordo del padre.
Ennio Morricone, Giorgio Albertazzi, Catherine Spaak, Franca Valeri, Gigi Proietti, Paolo Villaggio sono solo alcuni nomi che compongono l’album dei ricordi di Emanuele Salce figlio del grande Luciano.
A vent’anni dalla scomparsa verrà ripercorsa la vita del grande regista attraverso questo omaggio presentato in prima assoluta al Festival Internazionale del Film di Roma il19 Ottobre ore 12 alla Sala Teatro Studio dell’Auditorium . Prodotto da Baires Produzioni con la partecipazione della Regione Lazio.
Un’avventura lunga e faticosa ma altrettanto commovente quella che ha realizzato Emanuele Salce con il suo co-autore Andrea Pergolari, un lavoro che documenta non solo il genio artistico di Luciano Salce ma anche l’uomo e il suo privato, dalla prigionia in Germania al grande successo.
Ho deciso di avventurami nell’esaltante e terapeutica avventura dell’apertura di scatoloni, album fotografici, diari, lettere e quant’altro mio padre mi aveva lasciato dopo la sua dipartita, seguita da giornate intere trascorse nell’archivio RAI o LUCE a visionare ore e ore di materiale e fare interviste ai testimoni della vicenda privata e pubblica di mio padre. Sapevo che questa sarebbe stata una tappa necessaria  nel mio percorso di figlio, di individuo, di uomo, che era il  “mio” percorso e che era arrivato il momento di affrontare l’ostacolo, di chiudere il cerchio. E che fortuna avere avuto l’opportunità di scoprire quanto avrei rischiato di non sapere mai se non mi fossi creato questa occasione”. Con queste parole Emanuele spiega le motivazioni che l'hanno spinto a realizzare l'opera.



(Sabato 10 Ottobre 2009)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro