.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


“Ammalati” di follia omicida

La città verrà distrutta all'alba

Reintrepetazione del cult di George Romero


di Roberto Leggio


E' un pomeriggio come tanti altri in una sonnolenta cittadina del MidWest. Campi coltivati a perdita d'occhio, case basse, strade silenziose e polverose, gente normale...L'ubriacone del posto arriva armato di doppietta sul campo da baseball e lo sceriffo lo fredda, prima che possa compiere qualcosa di irreparabile. Ma il danno è a priori: un agente da guerra batteriologica è finito nell'acqua e chi la beve impazzisce, diventando un feroce assassino. I “folli viventi”fanno terra bruciata e lo sceriffo (con il suo vice, la moglie incinta e la sua giovane assistente) dovrà sopravvivere nel deserto dell'umanità prima che l'esercito (con i suoi metodi poco ortodossi) non decida di risolvere la cosa nel “peggiore” dei modi.


Remake apocrifo e diametralmente opposto all'originale di un film cult di George Romero, flirta con l'horror classico, tenendosi lontano dalle metafore del prototipo. Qui tutto è azione, pistole, forconi, fuochi nella notte e bomba atomica. Lì, follia dell’esercito, prolificazione delle armi, disintegrazione “intellettuale” e morale dell’American Dream (c’era ancora il Vietnam). Pare che Romero abbia accettato la reinterpretazione di quel film che fu flop, lontano da Morti Viventi e Vampyri immaginari. Ci crediamo in parte. Breck Eisner, regista di oggi, mette sangue al posto dei dialoghi e pantografa tensione da horror rodato di sicura efficacia. Nel malefico che si addensa sui protagonisti due scene da antologia: gli “infilzati” nei lettini e l’assalto nell’autolavaggio. Il resto è canone…. inverso.

Giudizio **1/2







(Venerdì 23 Aprile 2010)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro