.


Film in uscita Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


In DVD l'ennesimo "orrore" di Dario Argento

Giallo

DVD distribuito da Dell'Angelo Pictures


di Roberto Leggio


Titolo Originale Giallo
Regia Dario Argento
Cast Emmanuelle Seigner e Adrien Brody
Genere Thriller, Horror
Nazionalità USA/Italia 2009
Produzione Opera Film Produzione
Formato Video1.85:1 Panoramico - anamorfico 16:9
Lingue Italiano/iInglese
Sottotitoli Italiano per non udenti
Durata Film 92 minuti ca.
Visto Censura Audiovisivo non destinato alle sale
Rating Censura Con Adulto
Contenuti Speciali Trailer Italiano; Trailer Originale

Trama:
Giallo sceglie le sue vittime in base alla loro bellezza, perché lui non è bello. Schernito e deriso nell'orfanotrofio in cui era stato rinchiuso da piccolo, ora prova piacere nel rapire e torturare donne bellissime che poi lascia agonizzanti, provando un senso di appagamento. Sulle sue tracce si mette un poliziotto dal passato oscuro e la sorella della sua ultima vittima, rapita su un taxi fittizio dopo una sfilata.

Recensione:

Arriva il momento in cui bisogna arrendersi e deporre le armi. Rendersi conto che si è fatto il proprio tempo e di andare in pensione. Dario Argento, l’uomo che negli anni ’70 venne indicato come l’erede italiano di Hitchckock (già allora esagerato), non è più il maestro del terrore e nemmeno dalle suspence. Molti film errati, esagerati, grotteschi e una serie infinita di sussulti nel vuoto, hanno segnato il suo “incredibile” declino negli ultimi trenta anni. Una crisi creativa così longeva, che ha inghiottito l’autore e la sua “visionarietà”, in un abisso di insensatezza artistica. Capita lo stesso con Giallo, thriller-poliziesco, ambientato a Torino (che fu teatro di Profondo Rosso) con un serial-killer con grossi problemi ittero-epatici, uso a seviziare e uccidere belle, bellissime ragazze straniere. Sulle sue tracce ci si mette un tristissimo poliziotto (Adrian Brody) dal passato oscuro e “americano” e la sorella (Emanuelle Seigner) dell’ultima modella (Elisa Pataki) rapita, finita sul lettino di torture. Tutto è banale (comprese le motivazioni che spingono l'assassino a fare quello che fa), una sceneggiatura da manualino con poco sangue, terrore, suspance e totalmente mancanza di guizzi d'autore. Il finale è tirato per i capelli e l'happy end è solo suggerito e non mostrato. Va detto però che Giallo, è ben lontano dall'idiozia porno-macellaia de La Terza Madre, così qualcosa sembra ridare coraggio al regista romano. Il film, bistrattato dalla distribuzione italiana , è un prodotto vistosamente televisivo. Infatti (dopo varie traversie legali) esce in DVD grazie alla Dall'Angelo Pictures. Nel dettaglio la confezione contiene il film ed extra quasi inesistenti (solo il trailer italiano e quello internazionale). Peccato perché magari gli estimatori (quelli che ancora resistono) di Dario Argento avrebbero gradito qualcosa di più.



(Mercoledì 23 Marzo 2011)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro